La favola di Danica Lause e il suo cappello peekaboo di Danica Lause Full view

La favola di Danica Lause e il suo cappello

C’era una volta una ragazza che voleva realizzare il suo cappellino di lana. Ma quando finì di sferruzzarlo, si accorse che nella parte posteriore aveva dimenticato di riempire un grosso buco. Ma lei non si scoraggiò: nonostante sembrasse “sciatto e ridicolo” lo indossò lo stesso, infilando in quel buco i suoi capelli raccolti in una coda. Non sapeva che stava lanciando una moda…! Infatti le sue compagne di università le chiesero incuriosite dove avesse comprato quel bel cappello… e improvvisamente Danica fu sommersa da ordinazioni. Cominciò così a confezionare cappelli con “l’errore del buco” alle sue amiche, e man mano a produrne così tanti che dodici anni dopo Danica è diventata la proprietaria della D. Moss, l’azienda che si occupa della distribuzione dei suoi cappelli Peekaboos Ponytail in tutto il mondo.

Ciò che era all’inizio un errore di lavorazione è diventato business: per poco meno di 40 dollari ogni donna può scegliere fra diversi colori il cappello con il foro per la sua coda di cavallo.dettagli cappello Danica Lause
Quando oggi la giovane Danica Lause racconta come ha trasformato la sua vita grazie a un errore, aggiunge che i costi di avvio del suo business sono stati molto contenuti e la creazione della sua azienda le ha dato anche una grande lezione di vita: imparare a fidarsi degli sconosciuti. Quali? I suoi impiegati e collaboratori, con i quali dichiara di vivere in modo “molto salutare”. 
Se vuoi, puoi vedere qui come oggi continua la favola di Danica Lause…

 

Related Articles