Come la quarta rivoluzione industriale cambierà i modelli di competenze organizzative Invisiblefarm-InternetofThings-SmartCity Full view

Come la quarta rivoluzione industriale cambierà i modelli di competenze organizzative

Quali sono le soft skills che saranno più importanti nel 2020? Quali capacità avremo bisogno di sviluppare per fronteggiare le grandi trasformazioni che la quarta rivoluzione industriale apporterà nella nostra vita e nel modo in cui lavoriamo?

Poco più di un anno fa il World Economic Forum ha posto questa domande a un panel di responsabili di risorse umane delle maggiori aziende.

Il confronto con i risultati del 2015 mostra un incremento atteso dell’importanza relativa delle capacità di tipo cognitivo e, in particolare, della capacità di problem solving complesso e sistemico.

Il lavoratore ideale del 2020 dovrà avere la capacità affrontare e risolvere con efficacia problemi complessi, dovrà sviluppare  una mente più ampia e inclusiva capace di comprendere e interpretare una realtà sempre più composita ed eterogenea. Dovrà saper valutare in modo logico e rigoroso le situazioni, le idee e le informazioni ed essere in grado di individuare connessioni e relazioni di causa ed effetto fra fenomeni apparentemente lontani. Dovrà saper utilizzare  il pensiero creativo per immaginare e ideare  modi innovativi di affrontare i problemi, di rispondere alle domande o esprimere significati attraverso l’applicazione, la sintesi o la reinterpretazione delle conoscenze.

Humanities si sta preparando a dare risposta alle imminenti nuove sfide della valorizzazione delle risorse umane con i suoi programmi di formazione avanzati e con strumenti dedicati di sviluppo del pensiero complesso, sistemico e creativo.

 

           Le 10 soft skills più importanti (World Economic Forum)